GERMANLIDS.COM elmetti tedeschi della seconda guerra mondiale


Vai ai contenuti

M40 Luftwaffe ET 66

Collezione > Relic

Elmetto ritrovato in un bunker nei pressi della città di PILA (Polonia). La forte ossidazione non rende possibile la individuazione del marchio del produttore e della taglia, ma dalla forma del guscio e dalle dimensioni credo che si tratti di un Q66.
Lo stato di conservazione dell'elmo è discreto. Il guscio è integro, con circa il 60% di vernice ancora visibile e diversi punti di profonda ossidazione. L'interno è anch'esso molto ossidato, nella falda posteriore è ancora visibile il bleugrau luftwaffe. Rivetti, cerchione e contro cerchione presenti, ma molto ossidati. Sono presenti due ganci in ferro per il fissaggio del retino mimetico. La pelle del liner è quasi tutta presente, ma molto dura e fragile. Si legge il nome del soldato, tale PAPROTNY.

CENNI STORICI
Pila è una città nel nord-ovest della Polonia situata sul fiume Gwda. Sin dagli anni '30 Schneidemuhl (suo nome tedesco) era roccaforte del NSDAP, essendo la comunità tedesca la più numerosa, la sua importanza strategica era quella di possedere importanti vie di rifornimento e collegamento per il fronte dell'est, nonchè avere un grosso nodo ferroviario. Per tale importanza strategica fu pesantemente fortificata anche grazie alla manodopera dei prigionieri del vicino campo di prigionia "Albatros". Nel '45 fu dichiarata fortezza da Hitler e, dopo 2 settimane di aspri combattimenti e la distruzione del 75% della città, conquistata dall'armata rossa e dall'esercito di liberazione polacco. Dopo la conferenza di Postdam venne rinominata Pila.


IndietroPlayAvanti

Torna ai contenuti | Torna al menu