GERMANLIDS.COM elmetti tedeschi della seconda guerra mondiale


Vai ai contenuti

Cenni Storici

Fallschirmjager

La Luftwaffe istituì la prima unità paracadutisti il 29 gennaio 1936, per ordine di Hermann Goering, comandante in capo. I volontari provenienti dal regimento General Goering furono riuniti in un battaglione paracadutisti con base a Stendal, vicino Berlino.
La Heer successivamente formò la propria compagnia paracadutisti, che fu addestrata presso la scuola paracadutisti della Luftwaffe a Stendal.
Considerato che nessun elmetto era adatto alle specifiche richieste in fatto di resistenza ai lanci in quota, si ritenne necessario lo sviluppo di un modello completamente nuovo. E' diffusa l'opinione che i primi prototipi di elmetto da parà fossero ricavati dal taglio degli M35, ma un attento esame dei pochi esemplari rimasti fa ritenere che in realtà fossero elmetti di produzione specifica e non derivati da M35 modificati.
L'ideatore dei primi modelli ha tratto ispirazione per la fattura e composizione, dalle prove eseguite negli anni 1933-1934 per il modello "Vulkanfiber" e per gli ordinari M35. La forma di quest'ultimo fu ripresa, ma furono accorciate le falde laterali e posteriore, con l'aggiunta di fessure laterali, già presenti nel "Vulkanfiber". Si ritiene che queste fessure fossero usate per permettere l'inserimento dello speciale soggolo utilizzato nelle attività a terra. La composizione dei primi esemplari fu completata con l'adozione di un liner M1931 modificato e di un soggolo a sgancio veloce.
Il primo modello fu prodotto nel 1936 ed era rifinito nel tipico colore feldgrau semilucido con aquila 1° tipo "droptail" (lato sn.) e wappenschild (lato dx.). Quando la Heer istituì, nel 1937, la sua compagnia, gli elmetti furono dotati della decal dell'esercito.
Dopo i primi usi operativi, il primo modello non risultò soddisfacente per i salti, in quanto i rivetti tendevano a cedere sotto la pressione atmosferica delle alte quote. Quindi, si mise allo studio un nuovo modello, che fu dotato di una nuova tipologia di liner a 4 viti di fissaggio. Il soggolo in dotazione fu inoltre sostituito con un nuovo modello regolabile. I primi modelli sino ad allora prodotti furono mantenuti in servizio, ma modificati con la aggiunta dei 4 fori per la fissazione del nuovo liner. Tali esemplari ebbero limitato uso in guerra, sostituiti dal 2° tipo alcuni furono lasciati in deposito per poi essere riutilizzati in caso di necessità a guerra inoltrata.
Il modello 2° tipo era rifinito con colore feldgrau semilucido con aquila 1° tipo "droptail" o 2° tipo (lato sn.) e wappenschild (lato dx.) per la luftwaffe, aquila dell'esercito per la Heer.
La compagnia di fanteria paracadutista (Heer) si trasformò in battaglione il 1 giugno 1938 e molti soldati ebbero in dotazione l'elmetto con la decal della Luftwaffe. E' stato appurato che l'aquila dell'esercito fosse stata mantenuta solo per la compagnia originaria, mentre le ulteriori e successive compagnie che formavano il battaglione ebbero in dotazione solo elmetti con decal Luftwaffe.
l'1 gennaio 1939 il battaglione della Heer fu incorporato nella Luftwaffe e rinominato II/FJR 1. Fotografie d'epoca ritraggono elementi di questo battaglione con in dotazione divise ed elmetti misti, in questo periodo di transizione.

Nel 1940 il II/FJR 1 divenne il nucleo del nuovo FJR 3 con alcuni soldati che ancora idossavano elmetti con decal, divise e cinte Heer.


Torna ai contenuti | Torna al menu